Scoprite 12 specie invasive in Oklahoma1. Alligator Weed2. Alghe dorate3. Hydrilla4. Purple Loosestrife5. Lattuga d'acqua6. Iris bandiera gialla7. Cuore galleggiante giallo8. Persico bianco9. Carpa erbivora10. Carpa argentata11. Carpa grossa12. Didymo

Jacob Bernard
9 motivi per evitare di mettere il terriccio Miracle-Gro... Come uccidere le erbacce con l'aceto: 6 motivi per non posare mai... 8 piante che respingono e trattengono i topi Quanto spesso si annaffia un... 10 fiori da piantare in agosto

Il mosaico di praterie, boschi, zone umide e corsi d'acqua dell'Oklahoma offre un'abbondanza di habitat specializzati in cui possono prosperare piante e animali selvatici diversi. La diversità delle specie autoctone in Oklahoma è un punto di orgoglio e sottolinea la necessità di salvaguardare questi fragili ecosistemi. Garantire alle generazioni future di godere di questo patrimonio naturale dovrebbe essere una priorità per tutti i residenti.

Esploriamo 12 delle specie invasive più problematiche che minacciano il patrimonio naturale dell'Oklahoma.

1. Erba alligatore

L'erba alligatore si diffonde rapidamente e forma densi tappeti galleggianti sulla superficie dei corpi idrici, bloccando la luce del sole e spostando piante e animali autoctoni. Gli steli cavi possono anche fornire un habitat ideale per la riproduzione delle zanzare. L'erba alligatore è molto difficile da controllare una volta stabilita.

2. Alghe dorate

Le alghe dorate sono organismi minuscoli e microscopici che rilasciano tossine dannose per pesci e altre creature acquatiche. Sono state introdotte involontariamente nelle acque dell'Oklahoma e hanno causato grandi morie di pesci in laghi e fiumi. Le alghe dorate prosperano in acque ad alto contenuto di sale e nutrienti e possono moltiplicarsi rapidamente in dense fioriture in condizioni ottimali.

3. Idrilla

La pianta acquatica hydrilla ha una crescita rapida e può formare masse spesse e impenetrabili negli habitat di laghi, fiumi e zone umide. Originaria dell'Asia, l'hydrilla è stata probabilmente introdotta negli Stati Uniti attraverso il commercio di acquari. Oltre a competere con le piante autoctone, i tappeti di hydrilla ostruiscono i corsi d'acqua, disturbano la navigazione e la balneazione e degradano la qualità dell'acqua. La gestione dell'hydrilla è costosa e richiede molto lavoro.

4. Loosestrife viola

I bellissimi fiori viola di questa pianta perenne europea nascondono le sue abitudini aggressive e invasive. La loosestrife viola può sostituire rapidamente la vegetazione delle zone umide autoctone, degradando l'habitat della fauna selvatica e alterando l'idrologia delle zone umide. Ogni pianta può produrre milioni di semi all'anno, permettendo alla loosestrife di formare dense monocolture in tutto il Nord America.

5. Lattuga d'acqua

Pianta d'acqua dolce che galleggia liberamente, la lattuga d'acqua forma densi tappeti galleggianti in acque ferme come laghi, stagni e corsi d'acqua a lento scorrimento. La lattuga d'acqua mette in ombra le piante autoctone sommerse, riducendo i livelli di ossigeno disciolto. Può intasare le prese d'acqua. Questa specie tropicale non è resistente all'inverno ma si diffonde rapidamente nelle stagioni calde dell'Oklahoma.

6. Iris bandiera gialla

I fiori di colore giallo brillante rendono questa specie di iris popolare nei giardini acquatici, ma sfugge facilmente alle coltivazioni. L'iris a bandiera gialla prospera lungo gli argini dei corsi d'acqua e nelle aree paludose, dove scalza le piante autoctone. Si diffonde in modo aggressivo attraverso i rizomi e i semi ed è difficile da estirpare o scavare. L'applicazione di erbicidi fornisce un certo controllo delle infestazioni di grandi dimensioni.

7. Cuore galleggiante giallo

A dispetto del nome accattivante, il cuore galleggiante giallo forma densi tappeti che mettono in ombra le piante acquatiche autoctone in laghi, stagni e corsi d'acqua tranquilli. Originari dell'Asia, gli esemplari ornamentali che fuggono si moltiplicano rapidamente grazie ai frammenti di piante. Per rimuoverli è necessario raccogliere manualmente o rastrellare le infestazioni. Se si lasciano frammenti, la reinfestazione è rapida.

8. Pesce persico bianco

Pur non essendo acquatica, questa specie ittica è comunque considerata altamente invasiva in Oklahoma. Il pesce persico bianco è stato introdotto accidentalmente, ma ora prospera in tutto lo stato, in competizione con pesci autoctoni come il branzino. Il pesce persico bianco consuma abbondanti quantità di cibo e può alterare le comunità di zooplancton e di invertebrati acquatici, alterando l'intera rete alimentare.

9. Carpa erbivora

La carpa erbivora è un pesce di grandi dimensioni originario dell'Asia, importato per controllare la vegetazione acquatica. Tuttavia, si nutre voracemente di tutte le forme di vita vegetale acquatica. Gli esemplari fuoriusciti possono devastare la vegetazione acquatica nativa, danneggiando gravemente l'habitat dei pesci e della fauna selvatica autoctoni. La loro presenza altera interi ecosistemi.

10. Carpa d'argento

Le carpe argentate sono sfuggite agli impianti di acquacoltura e si sono diffuse in tutto l'Oklahoma. Questi pesci che saltano in alto disturbano la navigazione e le attività ricreative. Si nutrono di plancton, fonte di cibo fortemente impoverita per i pesci larvali e le cozze autoctone. La rapidità di riproduzione e di crescita consente alle loro popolazioni di dominare rapidamente i corpi idrici.

11. Carpa grossa

Le carpe "bighead" sono diventate invasive nelle acque dell'Oklahoma, dove si contendono le fonti di cibo e l'habitat con le specie ittiche autoctone. Poiché le carpe "bighead" possono consumare grandi quantità di zooplancton, da cui dipendono molte specie ittiche autoctone, la loro presenza può avere un impatto negativo sulle popolazioni ittiche autoctone, in quanto competono per questa risorsa condivisa. La rapida crescita e la riproduzione delle carpe "bighead" consentono loro diPrevenire l'ulteriore diffusione della carpa grossa e gestirne le popolazioni è fondamentale per proteggere la diversità ittica autoctona dell'Oklahoma.

12. Didymo

La didymo non è una pianta o un animale, ma un'alga invasiva. Le fioriture di didymo formano spessi tappeti sul fondo dei fiumi, soffocando le piante acquatiche, gli insetti e le uova dei pesci. Si attacca agli attrezzi da pesca, alle imbarcazioni e ad altre attrezzature, diffondendosi in nuove acque. Una volta stabilitasi, la didymo fiorisce ogni anno, degradando gli habitat dei corsi d'acqua e le reti alimentari.

Conclusione

La prevenzione delle introduzioni e dei rilasci accidentali è fondamentale per ridurre le nuove infestazioni. Il controllo delle specie invasive consolidate rappresenta una battaglia continua, che richiede l'educazione del pubblico, il monitoraggio e sforzi coerenti di mitigazione a lungo termine. Ma la lotta alle specie invasive è un lavoro essenziale per proteggere il diverso patrimonio naturale dell'Oklahoma per le generazioni future. Coinvolgimento e cooperazione del pubblicocon i gestori del territorio e della fauna selvatica sono fondamentali per il successo.

Specie invasive in Oklahoma
#1 Erba alligatore
#2 Alghe dorate
#3 Idrilla
#4 Loosestrife viola
#5 Lattuga d'acqua
#6 Flagello giallo
#7 Cuore galleggiante giallo
#8 Pesce persico bianco
#9 Carpa erbivora
#10 Carpa d'argento
#11 Carpa grossa
#12 Didimo


Jacob Bernard è un appassionato appassionato di fauna selvatica, esploratore e scrittore esperto. Con un background in zoologia e un vivo interesse per tutto ciò che riguarda il regno animale, Jacob si è dedicato ad avvicinare le meraviglie del mondo naturale ai suoi lettori. Nato e cresciuto in una piccola città circondata da paesaggi pittoreschi, ha sviluppato presto un fascino per creature di ogni forma e dimensione. L'insaziabile curiosità di Jacob lo ha portato a numerose spedizioni negli angoli più remoti del globo, alla ricerca di specie rare e sfuggenti e al contempo documentando i suo...